ALLA SCOPERTA DELLA SERBIA

ALLA SCOPERTA DELLA SERBIA

distributors in dubai linezolid https://www.elc.edu/school/college-application-essay-mistakes/53/ prednisone yogurt transition words for definition essay hurricane katrina essay source url enter site do you need a prescription for viagra in ireland catering manager cover letter sample source doxycycline 100 ml cystic acne https://mjcs.org/sitejabber/research-paper-article/48/ https://www.csb.pitt.edu/rating/dissertation-reviewer/41/ chapter 8 great gatsby themes essay follow follow url does va give viagra ok drink wine viagra advantage of television essay cheap college school essay examples how to write an elevator speech for job interview pros and cons of boxing essay side effects of drug lexapro follow link lovastatin versus crestor source link https://tffa.org/businessplan/essay-on-junk-food-pdf/70/ cultural diversity essay conclusion click abilify and haloperidol metronidazole over the counter canada black ops 2 smg comparison essay https://pharmacy.chsu.edu/pages/psychology-reports-examples/45/ cialis amoxicillin go site https://sigma-instruments.com/pfizer-viagra-phone-number-18912/ the homework help follow site https://rainierfruit.com/viagra-effects-on-marriage/ apa research paper on depression click here https://www.myrml.org/outreach/thesis-for-stereotype-essay/42/ examples of research papers introduction paragraph speech thesaurus https://servingourchildrendc.org/format/domestic-violence-nursing-essay/28/ the day i remember essay analysis of shooting an elephant essay follow https://cwstat.org/termpaper/revenge-essay-conclusion/50/ beloved critical essays dissertation design section https://earthwiseradio.org/editing/research-apa-paper/8/ writing on paper vs typing click here enter site social justice essay prompt world bank international essay competition 2011 essay about laws of life https://elkhartcivictheatre.org/proposal/mla-research-paper-outline-template/3/ essay question happiness viagra tablet specification see watch essayer microsoft word CODICE TOUR GR316 – culturale
Data di partenza: su richiesta
Partenze min. 20 partecipanti
8 giorni / 7 nottiscarica pdf

Giorno 1 – Arrivo a Belgrado
Arrivo all’aeroporto di Belgrado. Incontro con la guida. In base all’orario di arrivo, giro panoramico della città e breve visita al Museo di Storia della Yugoslavia per introdurre il tema del viaggio. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Giorno 2 – Novi Sad, Fruska Gora, Belgrado
Pensione completa. Visita di Novi Sad, situata lungo il Danubio. Più multietnica della capitale, è una città grande ma accogliente, dai larghi viali e dalle belle piazza, importante centro universitario, per questo dall’atmosfera giovane e vivace. Visita anche della Cittadella di Petrovaradin (XVIII secolo), una massiccia costruzione che sorge sul sito di un antico villaggio romano e poi di un convento di cistercensi, divenuto l’attuale fortezza attiva nel Seicento e nel Settecento. La giornata proseguirà visitando i famosi Monasteri della Fruska Gora, regione di grande interesse paesaggistico e d’arte, in una zona verdissima dichiarata Parco Nazionale. Qui si trova la più alta concentrazione di monasteri della Serbia edificati tra il XV e il XVIII secolo. Si vedranno il Monastero femminile di Krušedol, il più importante di tutti, che custodisce le spoglie di molti personaggi famosi nella storia della Serbia, e il Monastero di Novo Hopovo. Visita inoltre della cittadina di Sremski Karlovci, con il Patriarcato, il Gimnasium, la Chiesa Ortodossa, la Chiesa Cattolica. Nel pomeriggio rientro a Belgrado.

Giorno 3 – Belgrado
Pensione completa. Visita di Belgrado, con il centro storico, la fortezza di Kalemegdan e il Museo di Storia della Yugoslavia (se non visitato il giorno di arrivo – lunedì chiuso). L’antica capitale della Jugoslavia, ed oggi della giovane Repubblica Serba, è da sempre il centro commerciale e culturale dell’intera regione. Vivace, moderna, attiva, in perenne espansione e sviluppo, conta ormai con la periferia oltre 2 milioni di abitanti. Adagiata sul breve altipiano alla confluenza del Danubio con la Sava, si presenta con grandi viali rettilinei ombreggiati da platani e tigli, su cui si affacciano antichi palazzi di diversi stili, ampi parchi e zone verdi. Cena di benvenuto con musica dal vivo nel caratteristico quartiere boheme Skardalja, nato tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento in un’epoca in cui le sue antiche osterie erano il luogo di incontro dei nomi più famosi della Belgrado culturale. Nel pomeriggio tempo a disposizione per una passeggiata individuale.

Giorno 4 – Belgrado, Viminiacium, Felix Romuliana, Niş
Prima colazione. Partenza per la visita di Viminacium. Fondata nel I secolo sulle rive della Mlava, un affluente del Danubio, Viminacium fu la più importante città romana della parte settentrionale della provincia della Mesia. Durante la campagna di Dacia (101-106) l’imperatore Traiano fece radunate qui le legioni e costituì in città il proprio quartier generale. Secondo gli usi del tempo la città ospitava, ricche domus, templi, teatri, bagni pubblici, l’anfiteatro ed i palazzi pubblici. Nella zona c’è anche una necropoli con oltre 14.000 tombe e alcune di queste presentano ancora oggi bellissimi affreschi del IV secolo. Si prosegue con la visita del sito archeologico di Felix Romuliana, protetto dall’Unesco.  All’inizio del III secolo Romuliana era una piccola comunità agricola lontana da tutte le principali vie di comunicazione. Fu solo verso la fine del III secolo – inizio del IV, con l’ascesa al trono di Galerio che la cittadina si arricchì con palazzi imperiali, templi e terme grazie alle sue acque minerali che fuoriescono dal terreno ad una temperatura compresa tra il 38 ed i 43 C°. Arrivo a Nis, la terza città della Serbia dopo Belgrado e Novi Sad ed uno dei principali centri industriali del Paese. Nella zona sono localizzate soprattutto industrie elettroniche, tessili, metalmeccaniche e della lavorazione del tabacco. Nis è anche città universitaria con 13 facoltà ed oltre 30.000 studenti. qui nacquero gli imperatori romani Costantino il Grande (306-337 d.C.) e Costantino III (421). Sistemazione in hotel.

Giorno 5 – Niş, Ljubostina, Žiča, Kraljevo
Trattamento di pensione completa. Breve visita della Fortezza di Nis. Proseguimento con la visita del Monastero di Ljubostina che ha ricche decorazioni plastiche a porte e finestre. In fine, in periferia di Kraljevo, visita del Monastero di Žiča, che ha un tipico colore rosso scuro con filigrane in pietra che ricordano le decorazioni tipiche della migliore arte araba; è considerato uno dei più bei monasteri serbi, costruito tra il 1206 e il 1217; il suo stile architettonico appartiene alla scuola di Raska e rappresenta un tipico esempio di architettura serba del XIII secolo; fu proclamato sede della chiesa serba da San Sava. Sistemazione in hotel a Kraljevo.

Giorno 6 – Studenica e Sopocani
Giornata dedicata alla visita di alcuni tra i più importanti monasteri della Serbia. Si inizia con il monastero di Studenica, patrimonio UNESCO dal 1986. È il più antico, il più grande e il più ricco dei monasteri ortodossi della Serbia, grande centro artistico e spirituale situato nella pittoresca valle dell’Ibar tra alte montagne e rigogliose foreste. Vero capolavoro e prototipo dell’architettura serbo-ortodossa la Chiesa della Vergine, unico esempio dell’architettura serba, in marmo bianco mirabilmente patinato dal tempo; magnifico il portale, inquadrato da raffinate sculture ornamentali e sovrastato da bassorilievi; prezioso il tesoro. Qui sono custodite le spoglie del re Stefano I. Sulla via del rientro visita del Monastero Sopocani patrimonio UNESCO dal 1979. Fu costruito nella seconda metà del XIII secolo, nella regione di Ras dal Re Stefan Uros I di Serbia. Divenne mausoleo della famiglia reale. Gli affreschi all’interno della Chiesa a tre navate che ricorda la forma architettonica occidentale sono tra le più eccezionali realizzazioni pittoriche dell’arte europea del XIII secolo. Ritorno a Kraljevo. Pensione completa.

Giorno 7 – Kraljevo, Manasija, Ravanica, Oplenac, Belgrado
Pensione completa. Partenza per la visita di due splendidi monasteri: Manasija e Ravanica. ll Monastero di Manasja è un capolavoro dello stile della Morava, impreziosito da splendidi affreschi di estrema vivacità espressionistica e cromatica da annoverarsi tra i tesori dell’arte serba, dovuti ad artisti forse greci addottrinati sul monte Athos. Il Monastero di Ravanica è tutt’oggi un grande luogo di pellegrinaggio e di culto immerso in un paesaggio pittoresco.  Continuazione con la visita del Mausoleo di Oplenac, che custodisce le spoglie della dinastia dei Karađorđević, la più importante famiglia reale della Serbia. In stile serbo-bizantino, ha l’esterno in marmo bianco e l’interno rivestito da marmo verde e bellissimi mosaici nello stile degli antichi affreschi. Continuazione per Belgrado. Pernottamento in hotel a Belgrado.

Giorno 8 – Rientro in Italia
Dopo la prima colazione, tempo a disposizione fino al trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA PER GRUPPI SU COMMISSIONE – MINIMO 20 PERSONE

Information