GIORDANIA ARCHEOLOGICA

GIORDANIA JERASH

GIORDANIA ARCHEOLOGICA

GIORDANIA ARCHEOLOGICA

CODICE TOUR  GR311 – culturale 
Data di partenza: su richiesta
Partenze min. 20 partecipanti
8 giorni / 7 notti

PER ORGANIZZATORI DI GRUPPI

Identificare la Giordania con Petra è piuttosto diffuso, come se questo fosse il suo unico punto di interesse. Certo, Petra è imprescindibile ma questo è un paese che merita un viaggio tutto suo. Proprio perché le altre sue bellezze sono meno conosciute, un tour in Giordania riserverà sorprese ogni giornata.

Oltre ai nabatei, la presenza degli antichi romani ha lasciato un’impronta monumentale nel nucleo storico di Amman, la capitale, e soprattutto a Jerash, l’antica Gerasa, che apparteneva alla Decapoli: gli archeologi hanno estratto dalla sabbia dei secoli una città praticamente intatta, con piazze colonnate, due teatri ed un ippodromo.

I crociati hanno costruito castelli fortificati che poi gli arabi hanno reso ancora più massicci ed imponenti.

A sud il canyon del Wadi Rum non ha nulla da invidiare ai canyon americani dell’Arizona: graffiti sulle rocce che spuntano dalla sabbia indicavano ai cacciatori preistorici la direzione delle mandrie. E qui era il quartier generale di Lawrence d’Arabia.

I grandi della storia sono passati di qui lasciando un segno per noi. Noi lo andremo a scoprire.

Giorno 1 – Arrivo ad Amman

Partenza dall’aeroporto prescelto con volo di linea e arrivo all’aeroporto Queen Alia di Amman, la capitale della Giordania. Dopo il ritiro bagagli e le formalità doganali, incontro con la guida e, tempi permettendo, partenza per un giro panoramico della parte nuova della città. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 2 – Amman, Iraq Al Amir

Pensione completa. La giornata inizierà con la visita della parte antica di Amman, le vestigia della sua importanza nei secoli fino da quando faceva parte della Decapoli greco-romana. Visita alla cittadella e al teatro. Visita anche del Museo Archeologico e del Folklore. Nel pomeriggio si raggiungerà Iraq Al Amir, le rovine di quello che in epoca ellenistica doveva essere stata un’imponente fortezza, Rientro in hotel ad Amman.

Giorno 3 – Jerash, Ajloun, UmQeis

Pensione completa. Il tour della Giordania inizia spostandosi verso nord per la visita di Jerash, l’antica Gerasa, che fece anch’essa parte della Decapoli e per il suo stupefacente stato di conservazione è stata denominata la Pompei dell’est. Ancora intatta è la via colonnata sino al foro, come pure i due teatri, l’ippodromo e le bellissime fontane. Nel pomeriggio si procederà per la visita di Ajloun, dove si ammirerà un splendido castello del 12 secolo, costruito dal Saladino durante le lotte con i crociati, magnifico esempio di architettura militare araba. Un’altra città della Decapoli era Um Qeis e si esploreranno le sue rovine di nero basalto. il colonnato della strada principale, la porta della città, godendo anche della situazione in cui è costruita la città, che offre così una splendida vista sulla valle del Giordano, il lago di Galilea e le alture del Golan. Rientro ad Amman in hotel.

N.B. tempo permettendo, a seconda delle ore di luce del numero dei partecipanti, in questa giornata si potrebbe aggiungere la visita di Pella, un’altra delle città della Decapoli.

Giorno 4 – Amman, Monte Nebo, Madaba, Um Al Rassas, Kerak, Petra

Trattamento di pensione completa. Partenza per la visita al Monte Nebo, dove si dice sia stato sepolto Mosé, perché da qui si vede tutta la valle del Giordano. Qui i francescani hanno costruito una chiesa a protezione di una bizantina del Vi secolo.

A poca distanza si trova Madaba dove, nella chiesa di San Giorgio, si trova la “cartina” più antica della Terra Santa sotto forma di mosaico, che in quest’area sono ovunque, anche nelle case. Merita così la visita al Parco Archeologico. Un altro esempio di questo tipo si trova ad Um Rassas, nella chiesa di Santo Stefano. Un pregevole mosaico che ritrae le maggiori città dell’antichità, tra cui Geusalemme, Nablus, Gaza, Kerak e naturalmente Philadelphia, l’antico nome di Amman. Sempre procedendo verso sud, l’ultima sosta sarà al castello di Kerak. Il castello è un esempio piuttosto raffinato di architettura militare medioevale, in quanto su costruito dai crociati nel XII secolo sui resti di una cittadella nabatea. Arrivo a Petra in serata e sistemazione in hotel.

Giorno 5 – Petra

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di uno dei gioielli archeologici più famosi al mondo. Costruita dai nabatei scavando la roccia rosa di queste particolari formazioni rocciose, si percorrerà lo stretto siq, il canyon, per arrivare al famoso tesoro, il monumento più celebre dell’area. E ancora al teatro romano, il foro, il tempio del leone alato e altro ancora. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio.

Giorno 6 – La Piccola Petra e Beida, Shobak, Wadi Rum, Aqaba

Pensione completa. A pochi minuti da Petra si trova il sito che comprende la “piccola Petra” e Beida, le rovine che risalgono agli Edomiti di biblica memoria fino alla fortezza romanda di Udruh. Si proseguirà per il  castello di Shobak, altro interessante esempio delle fortificazioni medioevali crociate che in Giordania sono numerose e che servivano per proteggere la via dall’Egitto a Damasco. Costruito nel 1115, resistette a numerosi assalti e cadde circa settant’anni dopo ad opera del Saladino. Arrivo nel tardo pomeriggio nella valle del Wadi Rum. Tour in jeep di circa due ore per esplorare questo canyon che nulla ha da invidiare alle forse più famose formazioni americane. Qui si trovano graffiti preistorici che segnavano i territori di caccia e qui si trovava il quartier generale di Lawrence d’Arabia. Dopo la visita si raggiungerà Aqaba per il pernottamento

Giorno 7 – Aqaba, Al Maqtas, Mar Morto

Trattamento di pensione completa. La giornata incomincerà con la breve visita del castello di Aqaba. Si partirà poi per il rientro verso Amman con una sosta importante nella località di Al Maqtas, detta anche Betania oltre il Giordano. Pare che questo fosse il vero luogo del battesimo di Cristo e da poco tempo è stato comunque aperto al pubblico un interessante sito archeologico che preserva i resti importanti di questa zona. Arrivo in hotel sul Mar Morto e tempo per un bagno di relax.

Giorno 8 – Rientro in Italia

Dopo la prima colazione, partenza per l’aeroporto di Amman in tempo utile per il volo di rientro.

 QUOTE DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA PER GRUPPI SU COMMISSIONE

 

L’anfiteatro romano nella cittadella di Amman

 

Il Tesoro di Petra

Le jeep percorrono il Wadi Rum in escursione

La croce che ricorda la morte di Mosé sul Monte Nebo

Information