IRLANDA: WILD ATLANTIC WAY

WILD ATLANTIC WAY

IRLANDA: WILD ATLANTIC WAY

IRLANDA: WILD ATLANTIC WAY

CODICE TOUR GR303 – culturale naturalistico
Data di partenza: su richiesta
Partenze min. 2/10/20 partecipanti
12 giorni / 11 notti

PER ORGANIZZATORI DI GRUPPI

La Wild Atlantic Way è un percorso che si sviluppa lungo quasi tutto il perimetro dell’Irlanda tracciato per scoprire gli scenari selvaggi e incontaminati di questa isola del nord. Scogliere altissime dove le onde dell’Atlantico s’infrangono alte e dove osano solo gli uccelli di mare, spiagge deserte e nascoste, brughiere imbronciate come pure vivaci cittadine che mantengono ritmi lenti e dove ancora si parla correntemente il gaelico. In questi luoghi s’incontra l’Irlanda di un tempo fermo, quello che più appartiene al nostro immaginario, luoghi che sono anche stati prescelti per film di fantascienza tanta è la loro particolarità e suggestione. Adatto a viaggiatori sportivi amanti dei luoghi selvaggi e della cultura locale.

Giorno 1 – Arrivo ia Dublino

Benvenuti nella capitale di Irlanda: Dublino o in gaelico Dubhlinn, in riferimento agli stagni neri che si trovano sotto la base del castello di Dublino. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Cena. Pernottamento: zona Dublino

Giorno 2 – Regione del Donegal

Dopo la prima colazione, partenza per il nord ovest dell’Irlanda e per il Donegal, da dove s’inizierà il percorso della Wild Atlantic Way. Questa contea mozzafiato vi fornirà paesaggi selvaggi immersi nelle paludi e punteggiati dall’erica, isolate spiagge bianche e un litorale duramente squadrato. Soste panoramico. Si potrà pranzare (libero) in alcuni dei piccoli pub confortevoli della contea. Continuerete poi nella penisola dell’Inishowen, situata in una delle zone più a nord dell’Irlanda per il pernottamento.
Pernottamento: zona Penisola di Inishowen, Donegal.

Giorno 3 – Penisola di Inishowen

Trattamento di mezza pensione. Si percorrerà la penisola dell’Inishowen dove sono state girate delle scene di Star Wars Episodio VIII intorno a un profondo baratro conosciuto con il nome di “Hell’s Hole”, che è stato inciso nella roccia milioni di anni fa dal violento oceano Atlantico. L’Hell’s Hole si trova vicino al Banba’s Crown, all’estremità di Malin Head. Dal Banba’s Crown la compagnia Marconi mandò il primo messaggio commerciale wireless. Da questo punto della penisola potete intravedere l’isola di Inishtrahull e, con il bel tempo, la Scozia. Rientro in hotel, cena e pernottamento. Pranzo libero.

Giorno 4 – Sligo

Prima colazione. La Wild Atlantic Way inizia a snodarsi verso sud attraversando il Donegal. Tappa al Glenveagh National Park. Dal parcheggio all’ingresso del parco una passeggiata di pochi chilometri condurrà al castello di Glenveagh, un bellissimo castello in stile baronale scozzese, abitato fino alla metà degli anni ’80 e che ha ospitato personaggi famosi tra cui Greta Garbo e Marilyn Monroe. Continuerete verso Sligo conosciuta anche come la patria di Yeats poichè i panorami della contea hanno inspirato molte delle grandi opere di W.B. Yeats, lo scrittore irlandese vincitore di premio Nobel. In questi paraggi si trova il castello di Parkes, un’altra bella fortezza dimora gentilizia ora restaurata, in suggestiva posizione sulle sponde di un lago. Prosecuzione per la cena il pernottamento in zona Sligo / Mayo. Pranzo libero.

Giorno 5 – Galway

Prima colazione. Procedendo lungo il percorso si attraverserà l’incontaminata bellezza del Connemara, un luogo di contrasti, colori e landa selvaggia che si estende dalle valli, ai laghi, fino alle panoramiche montagne di Twelve Bens. Piccola crociera a bordo della barca di Killary, “The Connemara Lady”, lungo l’unico fiordo di Irlanda, per viaggiare lungo la baia.

Successivamente sosta per la visita all’abbazia di Kylemore, situata in un panorama impressionante. In origine fu costruita come casa privata, nel 1868, poi divenne la dimora dell’ordine irlandese delle monache benedettine che vivono tutt’ora lì. Bellissimo il giardino recintato restaurato e in stile vittoriano. Merita una visita anche la Connemara Smokehouse, la pluripremiata manifattura dove viene affumicato e trattato il salmone e il pesce selvatico, organico e allevato. Arrivo a Galway e tempo per una passeggiata. Pernottamento: zona Galway. Cena inclusa, pranzo libero.

Giorno 6 – Loop Head

Mezza pensione. Prima sosta alle scogliere di Moher, che si estendono per qualche chilometro e che formano una sorta di muraglia dove cui l’oceano sembra avere il suo contenimento Arrivo poi a Capo Loop, luogo che incarna perfettamente la Wild Atlantic Way: vista panoramica sulla scogliera, abbondante pesce locale, spiagge e molti luoghi di quieta bellezza che richiamano alla contemplazione di questa parte del mondo indimenticabile.

Il faro vitttoriano a Loop Head è stato anche una location di Star Wars Episodio VIII, giusto per dare un’idea del senso di immortalità di questo luogo. La visita dell’interno del faro fino alla terrazza è permessa a solo 5 persone alla volta, quindi la possibilità dipenderà dalla fila. E’ un ottimo punto dove poter osservare delle pulcinelle di mare in picchiata o dei delfini nuotare nel mare sottostante. Con il traghetto si attraverserà il breve braccio di mare che separa Killimer da Tarbet per riprendere la rotta della Wild Atlantic. Pernottamento nella zona di Limerick

Giorno 7 – Kerry e Penisola di Dingle

Mezza pensione. Tornando lungo l’estuario del fiume Shannon è presente un’attrazione per i visitatori, il Foynes Flying Boat Museum. Dal 1939 al 1945 Foynes è stato il centro mondiale di aviazione per il traffico aereo tra gli Stati Uniti e l’Europa e il museo richiama quest’epoca comprendendo una vasta gamma di esposizioni e illustrazioni grafiche. Il museo ospita il Terminal Building originale e include l’autentico cinema del 1940; la radio e le stanze metereologiche, complete con trasmettitori, ricevitori e equipaggiamento per il codice Morse. L’Irish Coffee fu inventato a Foynes. Lo Chef Joe Sheridan produsse il primo nel 1942 per scaldare alcuni passanti raffreddati e tristi. Da allora l’Irish Coffee è diventato una delle più popolari bevande di benvenuto al mondo.

Continuazione verso Tralee e poi verso ovest verso la sbalorditiva penisola di Dingle, un’area parlante gaelico, dove troverete alcuni dei più raffinati scenari costieri in Irlanda e i suoi famosi monumenti celtici, pre-cristiani e chiese cristiane. La strada intorno alla penisola è davvero spettacolare e non da meno è Sybil Head (Ceann Sibeal) dove la scogliera ha un picco di quasi 700 piedi. Proprio per queste sue caratteristiche qui sono state girate delle scene di Star Wars Episodio Vlll..
Pernottamento: zona Kerry.

Giorno 8 – Skellig Micheal (Patrimonio Unesco)

Pensione completa. Ora che è stato raggiunto questo punto, una giornata va sicuramente dedicata alla maggiore delle Isole di Skellig Michael, il punto focale della Wild Atlantic Way. Le Skellig Rocks, Skellig Michael (conosciuta anche come Great Skellig) e Little Skellig, sono delle imponenti rupi di roccia che si innalzano di quasi 12 km dall’oceano Atlantico a ovest della penisola di Ivereagh nella contea del Kerry.

Situata nella parte più a ovest del continente europeo, Skellig Michael fu la meta scelta nel VI secolo da un piccolo gruppo di monaci ascetici che, nel tentativo di congiungersi a Dio, si allontanarono dalla civiltà recandosi in questo luogo remoto e inaccessibile, praticando un monachesimo estremo. I resti monastici ben conservati hanno mantenuto una forte vita spirituale per la combinazione tra il senso di solitudine, l’oceano e il suono degli uccelli. Nel 1996 l’UNESCO inseri’ l’isola di Skellig Michael nella lista del patrimonio mondiale in riconoscimento del suo eccezionale ed universale valore storico e paesaggistico. E’ qui che J.J. Adams ha scelto di ambientare il climax della scena finale di Star Wars Episode VII. Pernottamento: zona Ring of Kerry

Nota: Al momento il numero di visitatori è limitato a 180 al giorno e alle barche e’ permesso di ormeggiare tra Maggio e Ottobre; avrete bisogno di stivali per camminare. Pranzo al sacco. Le barche partono da Knightstown (Valentia), Portmagee, Ballinskelligs e Caherdaniel, tutti questi posti sono situati nel Ring of Kerry. L’isola è a 11.6 km dalla terraferma e il viaggio in barca dura tra i 45 minuti e le due ore, dipende dal punto di partenza. Le condizioni marittime possono essere avverse e chi soffre di mal di mare o a chi non piace viaggiare nelle barche aperte dovrebbe intraprendere questa escursione solo durante i giorni con buone condizioni metereologiche.

Giorno 9 – Cork Ovest e la Penisola di Mizen

Mezza pensione. Il viaggio continua attraverso queste atmosfere che ormai avranno catturato il viaggiatore fino a Capo Brow a circa 4km a est di Mizen Head. Si visiterà la stazione di Mizen Head Signal, aperta al pubblico per la prima volta quando fu completata nel 1910. Il visitor centre di Mizen Vision nella casa del guardiano e la sala macchine, il famoso ponte di sospensione, i 99 scalini e le viste panoramiche della costa sud e ovest insieme all’euforia e all’eccitazione delle onde del selvaggio oceano Atlantico e le rocce antiche garantiscono un’esperienza unica e autentica. Questa una delle location di Star Wars Episode VIII. Ormai sarà chiaro perchè la Wild Atlantic Way ha ispirato così tanto il cinema.
Pernottamento: zona West Cork

Giorno 10 – Cork, Rocca di Cashiel, Dublino

Prima colazione, pranzo libero. Mattinata tranquilla per visitare il famoso mercato vittoriano inglese al centro di Cork dove potrete trovare pesce, frutta, verdura, pane, formaggio e molto altro. Prendendo poi la direzione di Dublino, sosta alla città di Cashel per visitare il famoso Rock of Cashel. Questo è uno dei più famosi siti ad essere fotografati; la torre della Rocca of Cashel si innalza dalla città per 200 piedi in altezza ed è formata da roccia calcarea sporgente e fu anche sede del re di Munster. St. Patrick visitò il sito nel 450, mentre Brian Boru fu qui incoronato primo re di Irlanda nel decimo secolo. Ecco che siamo al termine della Wild Atlantic Way. Continuerete verso Dublino per l’ultima notte del vostro tour. Potreste anche cenare all’Irish House Party o al Merry Ploughboys (suggerimenti, cena non inclusa)
Pernottamento: zona Dublino

Giorno 11 – Dublino

Prima colazione, altri pasti liberi. Visita guidata al Trinity College, alla Cattedrale di San Patrizio e a quella protestante. Nel pomeriggio non potrà mancare la visita guidata alla birreria Guiness! Tempo libero a disposizione per gustare la città, facile da girare a piedi e molto accogliente.

Giorno 12 – Partenza per l’Italia

Prima colazione. Tempo libero a disposizione fino al momento del trasferimento in aeroporto che partirà dall’hotel ad orario prestabilito.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA PER GRUPPI O COPPIE SU COMMISSIONE

Le isole Skellig

Contea di Dingle

Sligo

Vestigia antiche ad Inishmore

il faro di Howth Head

Information