ISRAELE: JESUS TRAIL

Sinagoga Cafarnao, Israele

ISRAELE: JESUS TRAIL

ISRAELE: JESUS TRAIL

CODICE TOUR  GR301 – culturale religioso

Data di partenza: su richiesta
Partenze min. 20 partecipanti
8 giorni / 7 notti 

PER ORGANIZZATORI DI GRUPPI

Per la sua predicazione Gesù si spostava anche a piedi ed ecco che è stato studiato un percorso nella regione della Galilea, in Israele, che ripropone i passaggi che con buona approssimazione egli ha calcato nei suoi spostamenti. Dal 2008 è conosciuto come Jesus Trail, un cammino lungo complessivamente 65 chilometri che collega sia i luoghi legati alla vita di Gesù come i luoghi che comunque al tempo avevano rilevanza per storia o commercio.
Qui viene proposta una piccola escursione di 7 chilometri alla portata di tutti, da Cafarnao al monte delle Beatitudine, come simbolo di contemplazione, raccoglimento e pellegrinaggio, all’interno di un programma che tocca tutti i punti salienti della vita di Gesù.

Giorno 1 – Arrivo a Tel Aviv

Partenza dall’aeroporto prescelto con volo di linea e arrivo all’aeroporto Ben Gurion, a Tel Aviv capitale di Israele. Assistenza in aeroporto ritiro bagagli e partenza per Kibbutz/Hotel in Galilea. Cena.

Giorno 2 – Tel Aviv, Giaffa, Cesarea, San Giovanni d’Acri, Tiberiade

Pensione completa. Partenza per la visita di Giaffa (anche Joppa e Jafo), antica città egiziana e cananea, considerata il più antico porto del mondo. Proseguimento per Cesarea Marittima, città romana e crociata, visita dell’anfiteatro e dell’acquedotto romano. Proseguimento per San Giovanni d’Acri (Akko) antico porto capitale del Regno Crociato dopo la caduta di Gerusalemme utilizzato sia dalle armate sia da i pellegrini nel corso della storia. Visita del complesso del Centro Cavalieri di San Giovanni ed ai mercati vicini al porto Partenza per Tiberiade con arrivo in serata. Sistemazione in hotel.

Giorno 3 – Cafarnao “The Jesus Trail”: Tabga, Monte Beatitudini. Safed, Tiberiade

Pensione completa. Partendo dai luoghi sacri intorno al Lago di Tiberiade, arrivo a Cafarnao (Kfar Nahum) con il bus e visita del sito archeologico dove sorgeva l’antico villaggio di pescatori dove risiedeva Simon-Pietro e visita della Sinagoga. Proseguimento a piedi, attraverso il Jesus Trail, per Tabgha e visita della chiesa della Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci. Salita al Monte delle Beatitudini (percorso di km 7) e dopo la visita, si riparte in bus per Safed (Tzfat) suggestiva cittadina di montagna legata al misticismo ebraico (kabbalah). Vanta una colonia di artisti che richiama molti visitatori. Rientro in albergo per cena e pernottamento.

Giorno 4 – Tsipori, Nazareth, Beit Shean, Gerusalemme

Trattamento di pensione completa. In mattinata visita a Tzipori (Sepphoris) che venne scelta per essere la capitale romana della Galilea. Molto importante anche come luogo dove fu redatta la Mishnah (la più antica codificazione della legge orale del popolo ebraico). Proseguimento per Nazareth: visita alla Chiesa dell’Annunciazione la più grande basilica cattolica francescana del Medio Oriente costruita sulla Sacra Grotta dove la tradizione vuole che l’Arcangelo Gabriele abbia dato l’annuncio a Maria. La prossima sosta sarà a Beit Shean, con il suo grande anfiteatro romano che un tempo ospitava fino a 8.000 persone. Gli scavi archeologici hanno portato alla luce non meno di 18 città sovrapposte. Arrivo in serata a Gerusalemme e saluto alla Città Santa, sacra ad Ebrei, Cristiani e Musulmani. Sistemazione e pernottamento.

Giorno 5 – Gerusalemme

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla Visita della Città vecchia. Salita al Monte degli Ulivi dal quale si gode un bel panorama della città. Discesa al Getsemani, Orto degli Ulivi, silenziosi testimoni della passione di Gesù. Roccia dell’Agonia su cui patì Gesù e Chiesa delle Nazioni, Grotta della Cattura e frantoio. Entrando dalla Porta delle Immondizie, iniziamo la visita a piedi della Città Vecchia. Sosta al Muro del Pianto. Salita alla Spianata del Tempio dove si trovano la Cupola sulla Roccia e la Moschea Al Aqsa, momento introduttivo storico-archeologico e biblico circa la storia del Tempio di Gerusalemme che identifica questo luogo come quello indicato da Dio ad Abramo (Monte Moriah) per il sacrificio del figlio Isacco e da cui il Profeta Mohammad (Maometto) partì per il suo viaggio celeste.

Attraversando il caratteristico bazar arabo, si percorre parte della Via Dolorosa (Via Crucis) con sosta presso le Stazioni fino al Santo Sepolcro. Visita all’insieme di cappelle e chiese che sono racchiuse nel luogo più santo per la Cristianità: luogo in cui Gesù è stato sepolto prima di ascendere al cielo; visita al Calvario e dell’edicola con la Tomba. Attraversando il Quartiere Ebraico, situato dove sorgeva la città Alta di Gerusalemme durante il periodo di Erode, qui vi si trovano i resti dell’antico Cardo Massimo che attraversava Gerusalemme. Visita alla Chiesa della Dormizione sul Monte Zion e rientro in albergo.

Giorno 6 – Gerusalemme e Betlemme

Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita della Città Nuova di Gerusalemme. Visita al complesso dello Yad Vashem, il memoriale ai 6 milioni di vittime dell’Olocausto, testimonianze, video e foto sull’Olocausto e sugli avvenimenti postbellici precedenti la nascita dello stato di Israele. Proseguimento e visita al Museo di Israele, la cupola bianca del giardino accoglie il Santuario del Libro ove sono conservati e custoditi i Rotoli del Mar Morto rinvenuti nella località di Qumran. Sosta presso la grande Menorah di bronzo (candelabro a sette bracci), posta vicino alla Knesset (Parlamento). Proseguimento per Betlemme luogo di nascita di Gesù e dove sorge la Basilica e Grotta della Natività. Rientro in hotel a Gerusalemme.

Giorno 7 – Qumran, Masada, Mar Morto

Trattamento di pensione completa. In mattinata partenza per il Deserto della Giudea. lungo il percorso incontreremo Qumran, fondata dagli Esseni nel II secolo a.C., dove nel 1947 furono rinvenuti i rotoli (manoscritti) detti “del Mar Morto” nelle famose grotte. Proseguendo verso sud, a quasi 300 metri sopra il livello del Mar Morto, si profila la rocca di Masada che spicca isolata dall’area circostante. Fu qui che Erode il Grande fece costruire un’inespugnabile fortezza. Salita in funivia per la visita alla fortezza, straordinario è il paesaggio desertico visibile dalla sommità del promontorio. Tempo permettendo, sosta sulle rive del Mar Morto e bagno nelle sue fantastiche e rilassanti acque, il punto più basso della terra, 400 metri sotto il livello del mare. Rientro in serata a Gerusalemme.

Giorno 8 – Rientro in Italia

Dopo la prima colazione, tempo a disposizione fino al trasferimento all’aeroporto di Tel Aviv per il volo di rientro sull’aeroporto prescelto.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA PER GRUPPI SU COMMISSIONE

Celebrazione del Bar Mitzvah al Muro del Pianto

Gerusalemme: La Cittadella di David

Nazareth, interno della cupola della Basilica dell’Annunciazione

Information